Come trovare i porcini…e cucinarli!

Alla ricerca dei funghi porcini

I cercatori di funghi porcini conoscono i segreti di questo divertente hobby, che permette di gustare funghi con diverse preparazioni. I porcini crescono nei boschi compresi tra 700 e 1000 m circa di altitudine, meglio se esposti a nord, in quanto è il versante più umido.

Esistono delle fungaie note nei vari centri montani, che tutti conoscono e che cominciano a produrre porcini dopo un periodo di relativo caldo seguito da abbonanti piogge. La crescita dei porcini può essere molto veloce, entro poche ore o al massimo un giorno, quindi bisogna ripassare negli stessi luoghi per controllare. Di solito crescono vicino alle piante come castagni, querce, faggi, pini sia in zone piane che scoscese.Le-Due-Querce-funghi-porcini

Nel 2015 in Garfagnana è stato ritrovato un esemplare di porcino da record, del peso di 2 chili e 350 g che è stato consumato da un nutrito gruppo di amici, fatto in pezzi, impanato e fritto.

Il 16 settembre, alla Locanda, abbiamo presentato il menu A cena con Re Porcino… Scopri di seguito come cucinare due dei piatti proposti!

I porcini sono molto versatili in cucina e il suggerimento è quello di consumarli freschi per mantenere il tipico aroma. Ecco due ricette molto gustose con cui poterli gustare, come il risotto e il filetto di maiale ai funghi porcini.

Come cucinare i porcini: il risotto

Per il risotto dovrete preparare un brodo vegetale e nel frattempo pulire circa 300 g di porcini dei residui di terra. A parte mettete a rosolare uno spicchio d’aglio e un pizzico di peperoncino, quindi aggiungete i funghi tagliati sottilmente.

Dopo circa 10 minuti versate il riso e fatelo tostare e insaporire mescolando di tanto in tanto. Aggiungete un mescolo di brodo e continuate fino a quando non si assorbe. Dopo circa 15 minuti sarà cotto e potete mantecare con una noce di burro e un pugno di parmigiano.

Filetto di maialino ai porcini

Vi serviranno 600 g di filetto di maialino e 250 g di porcini. Preparate una salsina aromatica in una ciotola con salvia e rosmarino tritati, sale e olio extravergine di oliva e fate marinare le fette di maialino per 30 minuti.
Adagiate la carne in una padella antiaderente con l’aggiunta di 3 cucchiai di olio evo e lasciate cuocere, rigirandola per 10 minuti.

A questo punto unite un bicchiere di vino rosso liquoroso e fate leggermente evaporare. Aggiungete i porcini e cuoceteli per 20 minuti, quindi togliete la carne e unite un cucchiaio di farina con 100 ml di panna da cucina. Mescolate fino a quando non si sarà creato un bel sugo e tornate a mettere in pentola il filetto di maialino. Dopo circa 5 minuti potete impiattare e servire ben caldo, per gustare un delizioso e cremoso filetto ai porcini.