Il Sentiero Matilde: percorsi tra storia e natura

le-due-querce-cenni-storici1L’Italia: una terra stupenda per chi ama la natura, per chi apprezza la storia e la cultura, per chi è sempre alla ricerca di panorami mozzafiato, di scorci senza prezzo né tempo, di avventure e paesaggi unici. La Locanda Le Due Querce si trova in un’area ricca di vegetazione e percorsi immersi nel verde, perfetti per lunghe passeggiate che soddisfino tutti i gusti: sia i meno esperti e le famiglie che cercano itinerari semplici e percorribili in mezza giornata per un pic-nic fuoriporta, sia per i più appassionati che vogliono esplorare boschi percorrendo le rive dei nostri fiumi e visitare antichi borghi.

Di grande interesse artistico e culturale sono i percorsi che compongono il Sentiero Matilde, che si sviluppa tra le antiche direttrici viarie del Medioevo portando ai castelli della Gran Contessa Matilde di Canossa e attraversando meravigliosi borghi immersi nella natura. Parliamo di 5 bellissime tappe, tutte nella zona sotto Reggio Emilia e Modena e compresi in un’area del raggio di 50 km che circonda la Locanda Le Due Querce.

 

Le tappe sono cinque e consentono diverse varianti per visitare la rupe di Canossa, San Pellegrino in Alpe, castelli, pievi antiche, case a torre e tutta la tradizione di questa regione. Il sentiero in tutte le sue tappe è stato realizzato nel 1998 e da allora è stato costantemente manutenuto con l’aiuto della sezione reggiana del Club Alpino Italiano. Si tratta di percorsi interamente segnati e tabellati, in cui è possibile orientarsi attraverso guide cartacee, carte escursionistiche e applicazioni. Nel 2014 sono inoltre state aggiunte due aree di sosta camper per i più avventurosi.

 

  • 1° sentiero CIANO-CASINA – il percorso totale copre una distanza di 25 chilometri per un totale di 7 ore e mezza di cammino, ma è possibile farne solo alcune tratte soffermandosi sui punti più belli. Tra questi il castello di Rossena e il castello di Canossa oppure i borghi di Votigno e Bergogno.le-due-querce-cenni-storici4
  • 2° sentiero CASINA-CARPINETI – della durata di 4:30 ore e della lunghezza di 14,8 km questo itinerario collega due capitali delle Terre di Canossa, ben dotati di servizi di accoglienza. A metà percorso si può raggiungere Marola con la storica abbazia e la tanto amata festa della castagna in autunno.
  • 3° sentiero CARPINETI-TOANO – uno dei più brevi, questo itinerario dura 2 ore e 40 minuti ed è lungo 17 km. Dal castello di Carpineti (sede papale) si arriva alla storica abbazia di Toano per una pausa artistica passando tra graziosi borghi storici e case a torre con discesa al fiume Secchia.
  • 4° sentiero TOANO-GAZZANO – poco meno di 5 ore e 18,5 km per un percorso dedicato a chi preferisce panorami più montani! Il bellissimo ponte a schiena d’asino di Cadignano è una tappa obbligata e da lì si può decidere se proseguire sulla riva reggiana o su quella modenese del torrente Dolo.
  • 5° sentiero GAZZANO-SAN PELLEGRINO – siamo finalmente in montagna con un percorso di quasi 7 ore per poco meno di 20 km! La tappa più impegnativa delle 5 ma senza dubbio spettacolare, deve essere percorsa con il bel tempo e carichi di energia ed esperienza. In questo percorso si segue l’antico tragitto dei pellegrini e si può fare pausa nel rifugio di San Leonardo.

 

Resta solo da scegliere in quale direzione avventurarsi senza dimenticare che noi vi aspettiamo alla Locanda dove potrete riposare in camera o sulle sdraio, rinfrescarvi con un tuffo in piscina o rifocillarvi come si deve apprezzando i pasti tradizionali cucinati con passione dal nostro chef.

 

Clicca qui per scaricare la guida del Sentiero Matilde!

Clicca qui per visitare il sito ufficiale della Provincia di Reggio Emilia dedicato al Sentiero!