Prodotti tipici: dal parmigiano reggiano al cotechino di Modena

Chi non vorrebbe riuscire a ricavare qualche giorno per sé, magari in un luogo immerso nella natura e lontano dal caos cittadino, anche solo per qualche giorno? Una piccola vacanza per staccare la mente e distrarla dai problemi della vita di tutti i giorni è qualcosa che tutti desiderano. Non solo la mente però deve essere coccolata e ristorata. Anche il corpo merita di trovare il relax tanto agognato durante la settimana. Allora perché non trascorrere un weekend tutto italiano circondandosi delle bellezze naturali e dei piaceri della buona tavola?

Da questo punto di vista l’Emilia non conosce pari in Italia. La buona cucina, l’attenzione verso la qualità del cibo e del vino e la cortesia e ospitalità sono da sempre elementi cardine di tutta la regione, che può vantare anche bellezze naturali e storiche impossibili da non apprezzare e amare.

le-due-querce-parmigiano-reggianoPer chi desidera tutto questo, un weekend da dedicare ai sapori della tradizione è quanto di più splendido si possa immaginare. Girando nella provincia di Reggio Emilia dalle parti di Canossa sarà impossibile non fermarsi per assaporare i prodotti tipici della zona presso la nostra Locanda immersa nel verde in cui potrete anche soggiornare!

Tra gli imperdibili prodotti locali, ci sono sicuramente quelli caseari apprezzati in tutto il mondo come il Parmigiano reggiano o il caciocavallo di Canossa. Questi formaggi rappresentano il fiore all’occhiello in fatto di produzione casearia in Italia; in particolare il Parmigiano reggiano, che è la vera punta di diamante. Sarà letteralmente impossibile resistere alla tentazione di assaggiarlo, acquistandolo proprio nella zona in cui viene prodotto, in modo da provare il vero sapore del formaggio più amato dagli italiani e non solo.

Altro prodotto imperdibile nella zona di Canossa è il salame, prodotto ancora secondo le tecniche antiche della più pura tradizione, evidenti anche solo dalla forma, decisamente diversa da quella dei salami cui siamo abituati.

Nel percorso enogastronomico sull’Appennino emiliano vale indubbiamente la pena assaggiare anche il cotechino. Simbolo del capodanno e divenuto ormai parte di una tradizione non più limitata al modenese, area in cui questo salume è nato, ma che si è estesa a tutto il territorio. Quello che si può acquistare nei supermercati però non ha nulla a che vedere con il prodotto tipico di Modena più famoso. Per questo motivo non si può e non si deve assolutamente rinunciare ad una sosta per godersi il vero sapore del cotechino, così come vuole la tradizione di un’area che ha fatto del maiale un autentico capolavoro culinario.