Sagre in agosto nell’appennino Tosco-Emiliano: folklore locale

Durante i mesi estivi, l’Appennino Tosco-Emiliano si anima di colori, suoni e allegria. Il clima fresco e i paesaggi rilassanti lo rendono infatti l’ambiente ideale dove rifugiarsi durante i mesi più caldi: è proprio in questo periodo che paesi e contrade situati sui pendii delle colline reggiane si animano grazie all’organizzazione di numerose sagre e manifestazioni, particolarmente sentite dalle genti locali ma capaci di attrarre anche turisti provenienti da lontano.

Nel paese di Toano, in provincia di Reggio Emilia, a partire dalla seconda metà del mese di agosto si possono vivere piacevoli momenti di festa ed assaporare le delizie gastronomiche locali.

Gli eventi estivi a Toano

Durante le ultime due settimane di agosto nel paese di Toano di svolgono due manifestazioni folkloristiche locali: la Sagra di San Rocco e la Festa della Patata.

La Sagra di San Rocco ha luogo ogni 16 agosto in località Monzone e si compone di un momento religioso a cui segue la festa paesana: alla mattina viene celebrata la messa solenne a cui segue la tradizionale processione. A partire dall’ora di pranzo e fino a sera ci si può intrattenere tra gli stand gastronomici e gli spettacoli di musica e ballo.

La Festa della Patata si svolge nel centro storico di Toano durante il primo sabato di settembre (quest’anno cade il 3 settembre); per l’occasione vengono organizzati spettacoli musicali ed è possibile gustare le ricette tipiche della tradizione gastronomica dell’Appennino reggiano.

Ricetta per la torta di patate

ricetta-torta-patate-locanda-due-querceLa torta di patate è un piatto tipico della cucina dell’appennino reggiano, fortemente legata alla semplicità e alla genuinità del mondo contadino. La preparazione di questa ricetta dal sapore pieno e deciso è semplice: bastano pochi ingredienti e un pizzico di manualità per servire a tavola un piatto davvero unico.

Ingredienti per 6 persone:

  • 3 kg di patate
  • olio q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 2 etti di lardo
  • 2 spicchi di aglio
  • 3 gambi di rosmarino
  • 1 noce di burro
  • 3 etti di pecorino (o parmigiano reggiano) grattugiato

Procedimento:

Sbucciate e fate le bollire le patate in acqua salata per poi lavorarle con lo schiacciapatate fino ad ottenere un morbido purè. Preparate il soffritto rosolando l’olio, il lardo, l’aglio e il rosmarino (abbiate cura di tritare finemente l’aglio e le foglie di rosmarino, in alternativa potete utilizzare un preparato già tritato). Unite al purè il soffritto e aggiungete sale, pepe e burro. Amalgamate il tutto per poi unirvi anche il pecorino o il parmigiano grattugiato.

Fate cuocere per dieci minuti a fiamma bassa il composto in una padella imburrata; con l’aiuto di un coperchio, girate il composto e cuocete il tutto per altri dieci minuti.